falling in love again???

Si tiro' su la sottana. Era come l'alba della vita
e dell'allegria, era il vero significato del sole.
Charles Bukowski (ndZ)


L'amore spinge ad atteggiamenti esotici, dalle mie parti.
Incontri garcons di forse diciannov'anni che manco aspirano il fumo di ci'gara e gia' s'atteggiano a rodolfi valentini, dicono rauchi "l'amore e' un illusione, io non ci credo piu', e comunque la vita in generale e' soltanto un sogno", sospesi nei modi tra l'efebo e lo spaccalegna della val brembana, profondi zero. Mica perche' non sappiano esserlo. Profondi zero di proposito, se capite di cosa sto parlando. Perche' mostrarsi sensibili significa essere vulnerabili e allora con questo pratico mascheramento da insensibile every little thing gonna be allright. Geniale, no?
Oppure incontri fiorellini ancora nel cuore della cangiante Teenage che discorrono ex-xlu-si-va-ment-te di Quante'bbonomarco Quante'ssanoluca, e al timido interrogare "Dunque conta solo la bellezza?" rispondono in un ghigno di canini perfetti: "No, caro. Anche l'argento e il savoir-faire".
Mi diventano ciniche sotto gli occhi, e non hanno ancora vent'anni.
Poi chiedi meglio e scopri che si', anche loro un tempo erano idealiste e sognavano l'amore perfetto, poi sono state assai deluse da una certa storia e la saggia lezione che ne hanno tratto e':
#1 Non fidarsi di nessuno, che' la' fuori vogliono solo imbrogliarti
#2 Giacche' l'amour con la maiuscola non esiste, meglio accontentarsi di relazioni interlocutorie con chi sa darti almeno qualche sicurezza di superficie
#3 E' in ogni caso impossibile essere felici. Lo dice anche l'amica del cuore che l'ha letto su Top Girl.

Insomma, si sentono ragliare in giro un poco di gelide banalita', si sente ridere dietro agli idealisti , si sentono scandire false formule di salvezza sempre nuove, ma l'essenziale e' capire che non sono le vere voci dei nostri interlocutori.
E' lo spirito del tempo che parla attraverso quelle bocche tenere, e' lo spirito del nostro tempo poverissimo che da' voce a chi non ha la grazia o il coraggio per innamorarsi ancora.

(E tu? Tu non li hai mai fatti questi discorsetti da tinello? Non hai mai organizzato serate strategiche pur di portare su in casa qualcuno che lenisse la solitudine, anche senza amore, serate strategiche di pose e noia e sigarette? Massi', mea culpa, fui freddo anch'io, fui vittima anch'io, ma quel che conta e' essere innamorati oggi, stasera, adesso.
Ora lo capisci, no, in che senso si sta meglio a desiderare una ragazza che non hai ancora sfiorato, e anche camminare da solo per la citta' e pensarla ti fa venir voglia di fischiare. Mica fischiavi, mentre raccontavi tutte quelle sciocchezze usa & getta alle spasimanti d'una sera soltanto.)

Piano piano scopri che non avevi mai smesso di crederci: t'eri solo assopito un poco, t'eri solo fermato un attimo a leccare certe ferite.

Una luce nuova fa risplendere questo cielo grigio d'autunno, un raggio formidabile che attraversera' l'inverno come certe saette graffitate a spray sui muri del centro storico attraversano il cerchio.
Il cerchio che ci sta intorno.
Il cerchio che nei momenti di smarrimento rischia di stringerci la gola.
Il cerchio d'inganni che dice Fa' Il Tuo Dovere & La Ricompensa Arrivera'.
E senza che nessuno l'abbia evocata torna la buona parola d'ordine d'un tempo.
"La rivoluzione comincia davanti allo specchio".
E continua tra le braccia d'una ragazza che parla cantando.